Caltagirone: Lunedì riaprono i nidi d'infanzia comunali Stampa

Caltagirone 1 settembre 2011

Dopo la pausa estiva, lunedì 5 settembre riapriranno i nidi d’infanzia comunali “Arcobaleno” (via Balchino), “I Folletti” (via Crescimanno) e “Peter Pan” (via Arianna), inaugurando l’anno educativo 2011-2012. Anche quest'anno, sono 140 i bimbi coinvolti.

 Il servizio riprenderà regolarmente dalle 7,30 alle 14 per tutti i bambini già frequentanti l’anno educativo 2010-2011 mentre, su indicazione del coordinamento pedagogico, i nuovi iscritti, secondo graduatoria, verranno contattati telefonicamente dalle educatrici, che comunicheranno alle famiglie le modalità d’ingresso e d’inserimento al nido del proprio figlio, inserimento che, in ogni caso, avverrà entro il 31 ottobre.

“L’ingresso al nido rappresenta per ogni bambino e bambina il primo momento di separazione dai genitori - afferma il pedagogista Gianfilippo Vispo, che supervisionerà questa fase delicata - Pertanto, l’inserimento/ambientamento verrà organizzato con particolare cura e attenzione, contemplando una gradualità di tempi di separazione fra il bambino e il familiare adulto”. Previsti momenti di conoscenza e scambio di informazioni tra la famiglia e l’educatrice. Inoltre i genitori saranno invitati a partecipare a incontri di presentazione del servizio e a colloqui individuali.

“Investendo sempre di più e meglio sui nidi – sostiene il sindaco Francesco Pignataro – valorizziamo la centralità di un'autentica cultura dell'infanzia, nel segno di servizi educativi che si aprono al territorio e di una città impegnata a divenire sempre più a misura di bambino”.

“In questo modo – sottolinea l’assessore alle Politiche sociali, Cristina Navarra -, nel segno della continuità educativa, si potranno avviare percorsi formativi corrispondenti al nuovo assetto pedagogico che questa Amministrazione ha fortemente voluto proprio per innovare e innalzare la qualità del servizio offerto, a partire dalla sperimentazione della sezione Primavera, avviata nell’anno educativo 2007-2008”.

La sperimentazione della sezione Primavera continua anche per quest’anno educativo, per concludersi in via sperimentale nel 2013, come da accordo della conferenza unificata Stato – Regioni, siglato il 29 Luglio del 2009. Confermati gli scambi pedagogici interregionali con la Regione Emilia Romagna, l’Università degli Studi di Bologna e l’associazione nazionale “Gruppo Nidi Infanzia” attraverso il primo progetto di gemellaggio con i servizi all’infanzia della città di Bologna, nato con il contributo del Dipartimento per le Politiche della Famiglia (Presidenza del Consiglio) nell'ambito del programma Agire Por 2007-2013, finanziato dalla Commissione europea con le risorse del Fesr (Fondo europeo per lo sviluppo regionale), a titolarità del Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica del ministero per lo Sviluppo economico.